4 Settembre: Odoacre depone Romolo Augusto, finisce l’era dell’Impero Romano d’Occidente

Il 4 Settembre 476 fu il giorno in cui l’Imperatore romano Romolo Augusto venne deposto da Odoacre, che a qua volta si proclamò re d’Italia. Con tale provvedimento, cessò di esistere l’Impero romano d’Occidente. Al momento della sua deposizione, l’imperatore Flavio Romolo Augusto, noto anche col diminutivo di Augustolo, cioè Piccolo Augusto, aveva appena 15 anni, essendo nato nel 461. L’ultimo imperatore romano d’occidente resto in carica meno di un anno, dal 31 Ottobre 475 al 4 Settembre 476.

In quegli anni la parte occidentale dell’impero romano era oramai ridotta all’Italia e poco di più. Al posto di Romolo Augusto non salì al trono un nuovo imperatore bensì il barbaro Odoacre, che si proclamò Re delle genti germaniche in Italia. Odoacre regnò per circa 17 anni, dal 476 al 493. Gli successe Teodorico il Grande, già Re degli Ostrogoti, che regnò dal 493 al 526.